Crea sito

Zuppa lombarda, classica ricetta toscana

Perché si chiama zuppa lombarda

Zuppa lombarda, che c’entra un mangiare lombardo nelle ricette della cucina maremmana ? In effetti, se fosse lombardo, c’entrerebbe poco, ma lombardo non è, è proprio toscano. Succede anche in questo caso come con Novi Ligure che è in Piemonte e Massa Marittima che non è al mare.

Sembra infatti che il nome provenga da una zuppa povera, ma sostanziosa, che, alla fine dell’Ottocento, i fiorentini preparavano per gli operai che stavano costruendo la nuova linea ferroviaria tra Firenze e Faenza. Questi operai venivano per lo più dalla Lombardia, per questo la minestra prese il nome di zuppa lombarda.

Ingredienti della zuppa lombarda

Direi che un etto a testa di fagioli secchi Toscanelli, quelli bianchi per intendersi, dovrebbe bastare.
Poi ci vuole il pane. Sempre a testa, l’ideale sarebbe una bella fetta, tagliata alta, di una grossa pagnotta toscana, cioè di quelle non salate. Indispensabile che il pane sia posato, ossia raffermo.

Olio extravergine di oliva di frantoio, possibilmente.
Gli ingredienti son tutti qui, salvo aggiungere sale, pepe e aceto (di quello buono, mi raccomando)
Come si vede niente colesterolo e vi assicuro che è un mangiare ottimo lo stesso.

Preparazione della zuppa lombarda

Tenere a bagno i fagioli tutta la notte, poi lessarli in abbondante acqua salata, a vostro piacimento, a me piace mangiare un po’ sciapo e non fò eccezione per la zuppa lombarda.
Siamo arrivati, la preparazione è già finita.
Nella scodella di ogni commensale mettere una fetta di pane, su questa versare una bella romaiolata di fagioli lessi con un po’ della loro acqua di cottura, quanto basta per inzuppare il pane (senza esagerare). Condire con l’extravergine, sale, pepe e aceto.
Importante, si mangia tiepida.

Varianti

Altre ricette prevedono aromi nell’ammollo dei fagioli ed anche altri tipi di fagioli. Pane tostato, magari con un po’ di aglio strusciato poi sul pane a mo di bruschetta. Una spruzzata di pecorino prima di servire in tavola. La creatività in cucina è fondamentale, io credo però che, almeno la prima volta, andrebbe provata la ricetta base.

Infine un consiglio che non ha niente a che vedere con le ricette di cucina

Se interessa la Maremma conviene dare un’occhiata anche a questo sito: Obiettivo Maremma.